La sua vita 
Su  Wilhelm Webels, in occasione delle sue mostre, è stato scritto e detto così tanto  sia su cataloghi che sui giornali, per radio e su internet, che in questo sito ci  vogliamo concentrare prevalentemente sulla realizzazione di un elenco delle sue  opere artistiche. 
1896          Nasce il 19 dicembre a Essen, dove il padre aveva una sua                       tipografia. 1908 – 16  Frequenta il liceo classico presso il Goethe Gymnasium                      a Essen. 1916 – 18 Presta servizio militare in Francia. 1918 Studia medicina a Münster, Würzburg, Göttingen e Berlino.         Si laurea in filosofia e in medicina. 1922 – 23  Lavora come assistente medico all’ Ospedale Civile di Essen.               Sposa Maria, nata Schaefers.          Nel frattempo frequenta la scuola serale d’ arte alla famosa                      Folkwangschule a Essen sotto la guida dei professori                      Enseling (scultura) e Urbach (pittura).                      Partecipa inoltre attivamente alla resistenza contro                      l’ occupazione della Renania. 1923 - 24     Fugge e soggiorna con moglie e fratello negli Stati Uniti                      dove si dedica a lavori nel campo dell’ arte, perfezionandosi                      in medicina alla Pennsylvania University di Philadelphia. 1925 - 29      Lavora come assistente medico all’ Ospedale Elisabeth                      di Essen.  1930             Prende l’ incarico di medico primario del reparto di                       ginecologia all’ Ospedale Elisabeth di Recklinghausen. 1943         Interdetto dall’ esercitare la professione medica, viene                       di conseguenza richiamato alle armi. 1945         Fatto prigioniero dagli inglesi, svolge attività di medico                       da aprile a settembre nell’ appena liberato campo di                       concentramento di Bergen Belsen. 1945 – 65     Svolge nuovamente l’ attività di medico primario presso                      l’ Ospedale Elisabeth di Recklinghausen. 1955         Realizza i primi dipinti ad olio (che dipingerà fino al 1972)                       Divenuto membro del “Vestischer Künstlerbund”                       (Circolo degli artisti), intrattiene rapporti di amicizia con gli                       espressionisti Otto Pankok, Franz Radziwill e Ludwig Meidner. 1965         Trasloca nella sua casa a Willingen – Sauerland.           Realizza le prime sculture in legno di quercia. 1967         Prime xilografie 1970-72         Aquarelli e disegni in acrilico 1972         Wilhelm Webels muore all’ età di 75 anni il 26 agosto
Wilhelm Webels aveva iniziato a dipingere in età scolare. I suoi studi artistici presso la Folkwangschule di  Essen sono  influenzati  dall’ “espressionismo della Renania” dell’ a lui vicino professor Urbach. Del periodo fino al 1955 di Webels conosciamo solo alcune singole opere.  Dopo aver cominciato nuovamente a dipingere nel 1955, non ha più abbandonato questa passione fino alla sua morte. Dopo i primi tentativi nella pittura concreta, ha sostituito quasi da subito il pennello con la spatola, diventando sagace cultore del realismo espressivo. Le opere di  Wilhelm Webels sono state esposte in numerosissime mostre personali e collettive in   Germania, Italia, Canada e Olanda  
  Non abbiamo dei dati precisi riguardo agli innumerevoli comunicati stampa. Pitture e sculture di Wilhelm Webels si trovano oggi in possesso di numerosi collezionisti, di privati e dei famigliari. Opere di  Wilhelm Webels si trovano anche presso: Deutsches Museum (Museo di Storia) di Bonn: vi è esposto un busto in legno di quercia        raffigurante Konrad Adenauer Accademia Franz Hitze di Münster Città di Recklinghausen Città di Kassel Città di Naumburg Città di Herten •      Municipio di Willingen - Sauerland Ruhrland Museum di Essen Kunsthalle di Recklinghausen Monumento commemorativo Faust - Knittlingen  Katholischer Militärbischof di Bonn *     Ospedale Elisabeth di Recklinghausen Scritti e conferenze su Wilhelm Webels “      Armenia Dott. Roberto, Resto del Carlino, 2006-2011 (diverse conferenze al “Ritrovo        degli Artisti” di Sestola (Mo) Italia) " Bergengruen Werner, scrittore, Baden-Baden 1953 “      Boecker Dott. Clemens, Muenster 1957-1967-1971-1972 “      Bottonelli Fabio, articolo su Bargiornale Aprile 2007 Italia “      Campbell Collin, Ars Sacra ‘77 Saint Mary’s University Art Gallery Halifax Canada 1977 " Ehrentreich Dott. Alfred, Korbach 5 articoli tra il 1968 e il 1977 “      Fuoco Michele, storico d’ arte, Gazzetta di Modena, Italia, 2006 " Geibel Karl, capo redattore della “Leonberger Kreiszeitung”, Stoccarda (nel periodo        che  va dal 1960 al 1991, Geibel oltre ad aver tenuto numerose conferenze, ha pubblicato       16 scritti su Wilhelm Webels) " Grochowiak Prof. Thomas, direttore del museo di Recklinghausen 1967 " Henze Dott. Anton, storico dell’ arte, Roma (numerose conferenze e 14 pubblicazioni        su Wilhelm Webels) " Homann Norbert, direttore dell’ Ospedale Elisabeth di Recklinghausen " Kellerwessel Dott. in filosofia Josef, Wiesbaden 1967 " Kirschner Dott. Franz-Josef, Krefeld " Klein Prof. Dott. Heijo, storico dell’ arte, Università Friedrich Wilhelm, Bonn " Lorenz Dott. Franz, capo redattore della “Echo der Zeit” di Recklinghausen       (tra il 1957 e il 1969 ha pubblicato 10 articoli su Wilhelm Webels)        Martens Dott. Gerhard, Deutsches Kulturinstitut, Trieste, Italia, 1970 “      Maur Hanns, insegnante scuola superiore Ludwigsburg, 1966 " OltmannsTheo gallerista , Unkel/Bonn (diverse esposizioni) " Oltmanns Gord-Hayen, (tesi di laurea su Wilhelm Webels) 1993 " Pierce. G., The Mail Star, Halifax-Canada,1971 Radio G3 Italia Giulio Montanero 1970 in occasione delle mostre a Trieste e a Sistiana Radio Bremen in occasione del premio Feature attribuito a Wilhelm Webels Radio WDR in occasione del 100simo anniversario del suo compleanno il 19.12.1996 Röckelein Dott. Rainer, Mayen " Schröder Dott.ssa Anneliese, Recklinghausen, 1993 " Schulte Dott. Hans Ludwig, Kassel, 1967 " Severin Eva-Maria, General-Anzeiger,  Bonn 08.01.1993 “ Il mistero dell’ essere” “      Stephan Anne, “Wiesbadener Kurier” 02.08.1976 " Südwestfunk II., “Kulturspiegel”, Werner Helmes 19.12.1975 “      Szabò Jànos, presentazione del libro in lingua tedesca “ Neueste Zeitung” Budapest 16.04.88 " Ullrich Dott. Ferdinand, direttore del museo di Recklinghausen, 1967 " Vautrin Dott. Hugo, Bergwerk Walsum, 1991 " Webels Christiane, 2006 -2012 varie conferenze e mostra permanente di opere        di Wilhelm Webels al “ Ritrovo degli Artisti”, Sestola (Mo) Italia " Webels Hermann, Gladbeck / Westfalen  conferenze nel 1991-1993-2002 " Wendel Ellinor, Boehringer - Mannheim 1961-1962-1964 " Wübken Norbert, Coesfeld, memorie su Wilhelm Webels, 1973 " Zehnder Prof. Dott. Frank G., Museo di Wallraf-Richart, Colonia, 1991 " Zimmermann Dott. Rainer, storico dell’ arte , Marburg, 1996 "      ...e tanti altri.                                                                                                                                                  
Aggiungeremo con il tempo delle note di commento, laddove lo ritenessimo necessario, per una migliore comprensione delle singole opere.
Home Biografia Dipinti Sculture Xilografie Aquarelli Contatti